SEI IN > INFORMA BERGAMO > CULTURA

Torna in Bergamasca il “Postcrossing”: due appuntamenti

3' di lettura
62

Nuovi appuntamenti bergamaschi per gli amanti di “Postcrossing”. Il primo si svolgerà a Camerata Cornello il 16 settembre, mentre il secondo andrà in scena a Chiuduno (in occasione di Bergamofil con la collaborazione del Circolo Filatelico Bergamasco) dal 29 settembre (con annullo speciale richiesto da Associazione Nazionale Collezionisti Annullamenti Italiani) al 1° ottobre (giornata mondiale della cartolina).

Postcrossing nasce in Portogallo nel 2005, con l’obiettivo di mettere in contatto utenti, registrati su una piattaforma dedicata, da ogni parte del mondo. La propria cassetta postale viene poi alimentata progressivamente da missive sotto forma di cartoline postali, provenienti da ogni Continente.

Come nel 2022, sede del Meetup sarà il Museo dei Tasso di Cornello, naturale “location” dove tutto parla di storia postale con la vicenda della Famiglia Tasso che ha diffuso il servizio di corrispondenza già tanti secoli fa.

In occasione di Bergamo e Brescia Capitale della Cultura non poteva mancare un appuntamento che fa proprio della cultura uno dei veicoli più potenti per diffondere il messaggio dell’Italia nel mondo.

Il programma del 16 settembre

Per informazioni: Maria Grazia Dosio, email web.mgdosio@alice.it, oppure Messenger https://www.facebook.com/mariagraziadosio.official, oppure forum di Postcrossing https://community.postcrossing.com.

La sottolineatura postale

Con il contributo della dinamica scrittrice di filatelia e cultura postale Maria Grazia Dosio (consigliera dell’Unione Stampa Filatelica Italiana) è stata realizzata una speciale cartolina postale. Poste Italiane, su richiesta dell’Associazione Italiana di Storia Postale, sarà presente con uno speciale annullo. In particolare, quest’ultimo riproduce una prospettiva del borgo di Bretto, richiamando una delle citazioni fotografiche della cartolina. Per l’occasione sarà presente il servizio temporaneo di Poste Italiane.

Il borgo di Bretto si trova nel comune di Camerata Cornello, poco più a nord di Cornello. La contrada è composta da due gruppi di case, Bretto Alto e Bretto Basso, circondate da prati e boschi, al cui centro si trova la chiesa di San Ludovico di Tolosa.

Bretto ha legato la sua storia a quella di un ramo della famiglia Tasso: i Tasso di Bretto che nel Trecento si stabilirono nel borgo staccandosi dal ceppo originario dei Tasso del Cornello.

Il borgo porta ancora oggi i segni della presenza della famiglia. Questi sono visibili nel palazzo signorile all’ingresso di Bretto alto, appartenuto alla famiglia su cui sono stati dipinti alcuni affreschi tra cui lo stemma dei Tasso, la Chiesa di San Ludovico di Tolosa concessa alla famiglia e l’antico palazzo Tasso a Bretto basso, in cui è ancora visibile lo stemma dei Tasso al centro della facciata principale.

La postazione di Poste Italiane sarà presso l’Ostello Brembo di Via Orbrembo 20 a Camerata Cornello dalle ore 14,00 alle ore 16,00. L’impronta riporta un’immagine del Borgo di Bretto completata dalla descrizione: “Museo dei Tasso e A.I.S.P. presentano “I tasso di Bretto nella storia postale” – Postcrossing Meetup – 16.9.2023 – 24010 Camerata Cornello (Bg)”

L’annullo sarà poi disponibile presso la l’Ufficio Postale di Zogno – Via Martiri della Libertà 16 - per i 60 giorni successivi, al termine dei quali verrà depositato presso il Museo della Comunicazione di Roma ed entrare a far parte della collezione di storia postale.

Aprirsi al mondo con una cartolina è quanto di più antico ed affascinante si possa immaginare in un’epoca dove tutto è velocità e la connessione avviene solo con strumenti moderni e spesso impersonali. Avvicinarsi a Postcrossing in tal senso può rivelarsi una scoperta inaspettata, che unisce i popoli con la bellezza della scrittura.


ARGOMENTI

da Giuseppe De Carli




Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2023 alle 09:01 sul giornale del 13 settembre 2023 - 62 letture






qrcode