SEI IN > INFORMA BERGAMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

70 anni di innovazione: Bolis Carlo Srl li festeggia con un annullo filatelico

4' di lettura
48

Ci sono dei momenti nella vita di tutti noi nei quali ci si ferma un attimo a fare un bilancio. Difficoltà, sacrifici, successi, condivisione di obiettivi, evoluzione, crescita. Se parliamo poi di aziende questo bilancio ogni anno si rinnova, per consolidare traguardi, per fissare nuovi scenari, per innovare.

Tra le realtà arrivate dal lontano per proiettarsi nel futuro c’è la Bolis Carlo Srl, azienda che festeggia quest’anno i 70 anni dalla fondazione.
La storia e l’evoluzione
Nata nel 1953 ai piedi del Monte Resegone, nel piccolo borgo di Erve, è stata la “creatura” di un giovane Carlo Bolis, rientrato in Italia dopo la prigionia in Germania dove era stato
impiegato nelle ferrovie tedesche. Applicando le conoscenze tecniche acquisite durante quel difficile periodo lontano da casa, si concentrò da subito sulla produzione di “accessori
per tapparelle”. Non furono momenti semplici ma sicuramente densi di impegno, di sacrifici e di intuizioni. Il comun denominatore di questa azienda, cresciuta progressivamente e
costantemente, fu ed è ancora la famiglia, quel sano collante che da sempre ha contribuito alla crescita dell’artigianato e dell’industria italiana.
Le crescenti sfide portarono l’azienda a spostarsi dalla natìa Erve prima a Calolziocorte (1993), Cisano Bergamasco (2000) e Calusco d’Adda. Dal 2010 si diede avvio al processo di esternalizzazione di alcune lavorazioni mentre nel 2016 prendono avvio i progetti collegiali e di squadra che vedono coinvolti tutti i dipendenti in un processo di condivisione ed ascolto in tutti i momenti produttivi aziendali.

Ora l’azienda è entrata a far parte del prestigioso Consorzio Intellimech che annovera le principali aziende bergamasche, un’entità in grado di aumentare l’efficienza produttiva nel necessario processo di consolidamento del 4.0 nel settore della meccatronica.

Scorrendo il catalogo troviamo avvolgitori, placche, cassette, pulegge, rulli per tapparelle e tende da sole, telai, motori ed accessori, e tutto quanto ruota intorno a questa speciale
produzione.

Oggi l’azienda è guidata dai figli di Carlo, Cristina, Giorgio e Stefano, una squadra efficiente e coesa che prosegue il percorso iniziato da papà ed ora giunto alla terza
generazione.

La sottolineatura filatelica
Dopo il vernissage del giugno scorso, svoltosi nella prestigiosa cornice del Kilometro Rosso, l’azienda ha scelto di dare il massimo risalto a questo 70° con l’emissione,
richiesta a Poste Italiane, di uno speciale annullo filatelico in occasione della presenza al Made Expo 2023 che si terrà dal l5 al 18 novembre 2023 presso RhoFiera. Una vetrina
internazionale per un grande traguardo che la Famiglia Bolis che vuole condividere con clienti, fornitori, dipendenti e visitatori di questa importante esposizione.
Il servizio temporaneo organizzato da Poste Italiane sarà attivo il 16 novembre dalle ore 10,30 alle ore 16,30 (con ingresso a pagamento) presso lo
Stand di Bolis Srl (Fiera Milano Rho Strada Statale del Sempione 28 – Rho). Alle ore 10,30 ci sarà un momento istituzionale alla presenza delle Autorità (per il solo servizio
temporaneo contattare il n. 3771661833 dalle ore 11,00 alle ore 15,00) L’annullo, in formato tondo, riproduce il logo del 70° ideato dai grafici dell’azienda ed è completato dalla dicitura “70° Anniversario Bolis Carlo Srl – 16.11.2023 – 20017 Rho (Mi)”. L’annullo andrà ad impreziosire la speciale ed artistica cartolina filatelica, realizzata con la collaborazione di Poste Italiane in tiratura limitata.

Dopo l’utilizzo e per i successivi 60 giorni l’impronta sarà disponibile presso l’Ufficio Postale di Rho – sportello filatelico – Via Renato Serra 3, al termine dei quali verrà depositato presso il Museo di Storia della Comunicazione ed entrare a far parte della collezione storico postale.
Come ci ha dichiarato la Presidente Cristina Bolis con molta fierezza “E’ stato un cammino lungo, mai finito, ma passione e dedizione danno a tutto un senso. Abbiamo affrontato irte salite e dolci discese…e come si dice siamo ancora qui con lo stesso entusiasmo e voglia di fare” Il tempo dei bilanci si ferma qui: dopo la storica celebrazione, sarà dunque tempo di ripartire, verso nuove sfide ma valorizzando sacrificio, umiltà, intuizioni ed evoluzioni che Carlo, nel 1953, avviò con successo e di cui oggi sarebbe fiero.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2023 alle 11:02 sul giornale del 15 novembre 2023 - 48 letture






qrcode