SEI IN > INFORMA BERGAMO > ATTUALITA'
articolo

A Zogno cittadini con disabilità alla scoperta del mondo di Poste Italiane

3' di lettura
288

Zogno (Bg). Sei utenti del Centro Socio-Educativo Peter Pan della Cooperativa Sociale Il Fiore, accompagnati dall’educatrice referente del laboratorio “cittadinanza attiva” e dalla responsabile del servizio sono stati protagonisti di una iniziativa speciale a loro dedicata presso l’Ufficio Postale di Zogno.

La Cooperativa Il Fiore

La "Cooperativa Il Fiore" nasce da un’esperienza di volontariato di origine oratoriale attiva sin dagli anni ’80 in Valle Brembana. Nel 1998 nasce la Cooperativa grazie ai soci G.B. Consonni e S. Bettinelli, con l’obiettivo di erogare servizi strutturati nel territorio di Bergamo e delle Valli Brembana e Imagna a favore delle persone disabili. Grazie all’impegno costante vengono sviluppati i servizi che passano dall’iniziale formazione all’autonomia e accompagnamento dei nuclei familiari. Nel 2002 viene inaugurata la Comunità Socio-Sanitaria (nella logica del “dopo di noi”) e nel 2013 il Centro Socio-Educativo (con sede a Botta di Sedrina). I numerosi laboratori attivati rendono la vita delle persone affidate alle cure della Cooperativa un mix di interessanti esperienze in linea con le esigenze del giorno d’oggi (dal corso di informatica al laboratorio di uso responsabile dei social, alla gestione efficace del denaro senza dimenticare i lavoratori di cucina, pasticceria, vita domestica, musica, sport). Oggi la Cooperativa organizza attività non solo nei suoi ambienti fisici, ma aprendosi alla comunità mettendo in contatto gli utenti dei servizi con le realtà che caratterizzano il nostro territorio.

La mattinata “postale”

Sei utenti, accompagnati dai loro educatori, si sono recati all’Ufficio Postale di via Martiri della Libertà nella mattinata di mercoledì 24 aprile per scoprire il mondo di Poste Italiane, dai servizi offerti sul territorio, alla filatelia, attraverso la presentazione di cartoline, francobolli e folder speciali, ponendo al centro in particolar modo l’arte della scrittura, che è in grado di veicolare messaggi di gioia, di pace e di scambio interculturale, anche attraverso un gesto molto semplice come quello di scrivere una cartolina o una lettera. Il gruppo, composto da persone con disabilità fra i 20 e 40 anni, costituisce il laboratorio di cittadinanza attiva del CSE Peter Pan che fra il 2023 ed il 2024 ha avuto l’obiettivo di promuovere la conoscenza e l’utilizzo dei servizi del territorio. Gli utenti, che hanno selezionato alcuni servizi pubblici territoriali studiandone le caratteristiche ed il funzionamento, hanno poi avuto l’opportunità di incontrarli personalmente. Nell’Ufficio Postale di Zogno, oltre a conoscere il mondo della filatelia, hanno avuto modo di comprendere quale è il percorso che una cartolina o di una lettera compie verso le destinazioni finali, una volta imbucata nella cassetta rossa.

I ragazzi si sono mostrati molto interessati. Mi ha colpito in modo particolare la loro curiosità verso il mondo della filatelia, dal comprendere come nasce un francobollo o ancora una cartolina per una occasione speciale – racconta Giusy Montanino Referente di Filatelia della zona – Questo mi ha dato lo spunto per ricordare loro l’importanza che riveste Poste Italiane per poter entrare in contatto con il mondo esterno, con altre culture in modo da comprenderle ed apprezzarle!”

Attraverso questa iniziativa Poste Italiane conferma ancora una volta di essere un punto di riferimento all’interno della comunità ed il proprio ruolo di attore capillare al servizio dei cittadini.

Promuovere la qualità della vita per queste persone è essenziale, è davvero un modo di integrarli in un percorso di inclusione dove l’assistenza viene affiancata alla voce del cuore. In questi progetti ogni Istituzione ha un compito educativo, di accompagnamento, di affiancamento ed il piccolo ma significativo evento di Poste Italiane a Zogno ricorda come da una scintilla può scaturire il bello che è in ciascuno di noi, così come la scintilla si è potuta percepire nitidamente negli occhi di queste persone che per un giorno hanno potuto apprendere i complessi e coinvolgenti aspetti del mondo postale e filatelico



Questo è un articolo pubblicato il 25-04-2024 alle 09:19 sul giornale del 26 aprile 2024 - 288 letture






qrcode